Tosca

Regia e Scene
EMILIANA PAOLI

Maestro concertatore e direttore d’orchestra
GIOVANNI REGGIOLI

Preparazione e interpretazione artistica dei cantanti a cura di
TIZIANA FABBRICINI

Orchestra Filarmonica Pucciniana

Coro Ars Maxima

Maestro del coro
Rosella Isola

Coro voci bianche
I Cantori di Burlamacco

Maestro coro voci bianche
Susanna Altemura

Note di Regia

L’idea registica di questa messa in scena è supportata da un allestimento che si concentra sull’alternarsi di proiezioni di luoghi ed atmosfere tradizionali e trasparenze che lasciano intravedere, intuire presenze e intrighi; quindi una prima dimensione reale a vista, al centro della scena, dove si svolge l’azione principale e una seconda, dietro le pareti, che fa percepire ciò che per tradizione e libretto non è mostrato.
La visione si sviluppa attorno alla verosimile ipotesi che i vari personaggi si alternino in un dualismo di ruoli di “vittima e artefice” (Cavaradossi lavora per il papa ed al contempo aiuta Angelotti col quale condivide gli ideali al punto tale da farsi condannare a morte, il Sagrestano porta il cibo a Cavaradossi e poi attraverso il paniere stesso ne determina la persecuzione, Cavaradossi nasconde Angelotti ma condividendo il segreto con Tosca ne causa la cattura e la morte, ecc), e di “spia e di spiato” (Tosca spiata dalle guardie di Scarpia e condotta a lui, per amore di Cavaradossi fa la spia sul luogo in cui si trova Angelotti determinando così la condanna a morte dell’amato), in un susseguirsi di presenze reali o velate, con l’impressione di “non essere mai soli”; è su questa ipotesi che si inseriscono come elementi scenografici statue umane, corpi immobili di marmo e di pietra ma che in realtà sentono e vedono.
Supremo su tutti lo sguardo fisso e continuo del potere papale, il quale raggiunge la massima espressione nel “Te Deum” nel finale del primo atto, che con la sua magnificenza copre e avvolge tutto, compreso il barone Scarpia.

Emiliana Paoli

Floria Tosca – Victoria Cannizzo
Mario Cavaradossi – Samuele Simoncini
Il barone Scarpia – Carmelo Caruso
Cesare Angelotti – Michele Pierleoni
Spoletta – Giampaolo Franconi
Sciarrone – Michele Pierleoni
Un carceriere – Michele Pierleoni
Un pastorello – Emma Palagi