La Vedova Allegra

Regia e Scene
Emilina Paoli

Maestro concertatore e direttore d’orchestra
Roberto Gianola

Maestro del coro
Maurizio Preziosi

Coreografie
Elisa Giovannelli

Orchestra del Carmine di Firenze
Coro Schola Cantorum Labronica

Note di Regia

L’intento registico di questa messa in scena de “La Vedova Allegra” è quello di restare fedele alle peculiarità del genere operetta. Si gioca con la leggerezza della trama in cui si alternano momenti giocosi a quelli sentimentali, si usano le parti recitate per caratterizzare i personaggi e la società che rappresentano, ma soprattutto si assecondano la vivacità musicale e l’aspetto coreografico attraverso la presenza di ballerine e danzatori.
Anche l’allestimento scenografico è pensato per andare in questa direzione, verso una disimpegnata godibilità dello spettacolo, pochi elementi, mobili, che assumono ad ogni cambio scena un’aspetto diverso, quasi a voler significare una società in cui tutto cambia perchè nulla cambi, una società il cui fine ultimo è quello di poter mantenere i privilegi che l’essere borghese consente.
Gli elementi di scena dipinti i colori brillanti e le linee che s’ispirano al liberty assecondano questa frivolezza ma vogliono anche inserirsi nel contesto paesaggistico in cui lo spettacolo va in scena, una stazione termale, Casciana Terme.

Emiliana Paoli

Hanna Glawari, Mirella Di Vita
Danilo Danilowitsch, Giampaolo Franconi
Camillo De Rossillon, Angelo Forte
Valencienne, Simonetta Pucci
Mirko Zeta, Giampiero Cicino
Cascada, Michele Pierleoni
Raol De St-Brioche, Didier Pieri
Bogdanowitsch, Franco Bocci
Sylviane, Onada Giomi
Kromow, Massimo Dolfi
Olga, Lilla Tarantola
Pritschitsch, Marco Ciabatti
Praskowia, Lucia Bartalesi
Njegus, Stefano Pecchioli

Lolo, Arianna Giannini
Dodo, Michela Giannelli
Jou-juo, Elisa Giovannelli
Frou-Frou, Elena Giusti
CioCio, Martina Mecchi
Margot, Flavia Storti